Posts filed under ‘politica’

“Se vince Obama ci sarà un’insurrezione”

AUGUST KREIS III

pazzo

 

 

Intervistato (primadella scoperta del piano per assassinare il candidato democratico Barack Obama), il leader della Nazione Ariana, un gruppo neonazista americano, dà voce alle fobie razziste che stanno tornando ad espandersi negli Usa.

 

Signor Kreis, che cosa pensa di queste presidenziali, le prime conuncandidato nero?

Queste elezioni segnano un puntodi svolta.Nonsiamo solo noi a doverci preoccupare, ma tutto il mondo bianco. Anche se il presidente americano è solo un pupazzo nelle mani dei sionisti…

Di chi, scusi?

Dei sionisti…gli ebrei, loro controllano tutto. Sono loro che hanno causato la crisi, rubando i soldi alla  classe operaia. Sono loro che guidano il governo.

Mi perdoni, ma né Bush né Cheney sonodi religione ebraicaodiorigini ebraiche.

Quellononc’entra.Epoi guardi, il nonno di Sarah Palin, mi pare, è unebreo lituano. La famiglia Biden ha origini tra gli ebrei iracheni.

Nonmirisulta.

EcomunqueObamaèunnero socialista, musulmano militante.

 

 

Non è socialista. E ha ripetuto centinaia di volte di essere cristiano.

Obama è un musulmano che finge di essere cristiano. È il simbolo di tutto ciò che mi fa schifo, tutte quelle stronzate interrazziali. Una volta che la razza s’è mescolata, tutto è perduto. Come fa un bianco a votarlo? Lo fa perchéèunbuon oratore? Non lo è, sa solo leggere, senza il “gobbo”èperduto.

Nei dibattiti il “gobbo” non c’era,maObama lihavinti tutti e tre. Comunque: voterà McCain?

No, anche McCainèunpupazzo dei sionisti.Nonvoterò,non lo faccio dal 1980. Mi sento un nazionalsocialista, un bianco, più cheunamericano.

Gli americani però potrebbero eleggere un presidente nero. Una sconfitta, per i movimenti razzisticomeil suo.

Guardi, da quando Obama s’è candidato, ilnumerodelle persone che diventano attive nel nazionalsocialismo o nel Ku Klux Klanèaumentatoadismisura. Se poi venisse eletto, i bianchicapirebberoachepunto siamo arrivati. E farebbero partire un’insurrezione.

Un’insurrezione? E per ottenere che cosa?

Il ritorno alla razza pura. Io non voglio l’odio tra le razze: voglio che ognuna sia separata dalle altre.  Dobbiamo tornare a vedere bambini bianchi, intornoanoi, non neri, non mulatti. Il più grande errore della natura è la possibilità di riprodursi tra razze diverse, tra bianchienerieasiatici…

Scusi, ma il mondo sta andandoin un’altra direzione.

Questo lo dice lei. È una questione d’educazione. Io ho 10 figli e 5 nipoti, tutti bianchi. I miei figli hanno sposato solo bianchi. C’è chi mi chiede cosa fare perché la figlia 17enne ha un ragazzo nero. Troppo tardi amico, dovevi educarla prima…

Ma se sua figlia avesseunragazzo nero?

Le direi buona fortuna, fatti la tua vita,non tornare mai più.

 

 

Quanti siete?

Non abbiamo una lista di membri, non siamo così stupidi. Sennò chi mettesse mano alla lista avrebbe nomi, numeri di telefono e indirizzo di tutti quanti. Siamo sparsi nel Paese, e teniamo tutto segreto. Ma non ho bombe né esplosivi, né un quartier generale dove la polizia possa infiltrarsi.

 

L’FBI però vi definisce terroristi. E due anni fa lei tentò di entrare in contatto con Al Qaeda. Perché?

Volevo complimentarmi con loro per l’ottimo lavoro fatto contro il governo, quello che anche noi dovremmo fare.

Pensa che qualcuno stia pensando seriamente di uccidere Obama?

Guardi, chiunque può essere ucciso. E quindi certo, è possibile che lui venga assassinato. Anzi, le dirò di più:è probabile che siano gli ebrei e i servizi segreti Usa a ucciderlo, per poi accusare altri. L’hanno già fatto l’11 settembre.

 

 

Non sono emerse prove per nulla di simile. In ogni caso: se Obama diventasse presidente, lei ne dovrebbe accettare l’autorità.

Io non la accetto ora, figurarsi se lui diventasse presidente. Non mi sento americano, mi sento solo un  nazional-socialista bianco

 

 

 

Annunci

novembre 9, 2008 at 11:36 am Lascia un commento

I SOLITI IGNOTI

Quest’oggi presentiamo: Italo Bocchino. clicca su continue reading

Continue Reading ottobre 5, 2008 at 6:01 pm Lascia un commento

PROCESSO MEDIASET,IL PM:«LODO ALFANO INCOSTITUZIONALE»

MILANO – Il pm Fabio De Pasquale ha sollevato un’eccezione di costituzionalità del Lodo Alfano (la legge entrata in vigore lo scorso luglio e che riguarda l’immunità per le quattro cariche più alte dello Stato) nel processo che vede imputato, fra gli altri, il premier Silvio Berlusconi per presunte irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi da parte di Mediaset… CLICCA SU CONTINUE READING

Continue Reading settembre 26, 2008 at 1:49 pm Lascia un commento

DA BRESCIA A REGGIO CALABRIA. COSI’ LA GELMINI DIVENTO’ AVVOCATO

Articolo da: il Coriere della sera

Novantatré per cento di ammessi agli orali! Come resistere alla tentazione? E così, tra i furbetti che nel 2001 scesero dal profondo Nord a fare gli esami da avvocato a Reggio Calabria si infilò anche Mariastella Gelmini. Ignara delle polemiche che, nelle vesti di ministro, avrebbe sollevato con i (giusti) sermoni sulla necessità di ripristinare il merito e la denuncia delle condizioni in cui versano le scuole meridionali. Scuole disastrose in tutte le classifiche «scientifiche» internazionali a dispetto della generosità con cui a fine anno vengono quasi tutti promossi.. CLICCA SU CONTINUE READING

Continue Reading settembre 25, 2008 at 2:26 pm Lascia un commento

TESSERAMENTO GIUSSANESE

“Ci rivolgiamo a tutti coloro che pensano sia necessaria alternativa riformista in questo Paese. Lo facciamo con la convinzione che il Partito Democratico rappresenti l’unica alternativa alla destra e a Berlusconi”

Con queste parole il segretario del PD Walter Veltroni ha presentato a Roma la prima campagna di tesseramento del Partito Democratico.

Da ieri sono aperte le iscrizioni al partito che comprenderà i mesi restanti del 2008 e tutto il 2009. Il tesseramento arriva in una fase definita e ormai consolidata del partito. Non è un atto totalizzante come era per i partiti di un tempo, ma rappresenta un impegno che il cittadino si prende nell’ ottica di proseguire il cammino di costruzione di un partito nuovo. 

A presentare insieme a Veltroni la prima tessera del Pd, che recherà proprio la firma del segretario, ci sono il coordinatore dell’ area Organizzazione Giuseppe Fioroni e il responsabile Andrea Orlando.

La tessera riproduce semplicemente il logo del Pd, con a fianco la scritta 2008/2009. Dal 2010 riprenderà la

tradizionale iscrizione annuale. La tessera risponde anche a un preciso bisogno di finanziamento del partito: la quota minima d’iscrizione è di 15 euro, chi volesse, liberamente, contribuire con una quota maggiore sappia che il surplus sarà destinato alla cassa del Circolo del PD di Giussano, il quale, organizzerà eventi e campagne sul territorio con  al centro punti fondamentali come la futura amministrazione comunale. STIAMO GIA’ ORGANIZZANDO GLI INCONTRI AUTUNNALI. DAI UNA MANO ANCHE TU.

P.s Questo post vole essere anche un invito ai molti neofiti che, dopo l’entusiasmo dei primi momenti, hanno perso un po’ la fiducia nel PD. Troppo spesso sento la gente parlare di una demoralizzazione nei confronti dei vertici dell’opposizione. Posso capire che non sia tutto rosa e fiori ma se ci crediamo veramente al progetto di Veltroni dobbiamo lavorare, lavorare e ancora lavorare perche se facciamo lo sforzo di tapparci il naso e/o chiudere un occhi ogni tanto, state certi che avrete il PD dei vostri sogni e con un PD così avremo un Italia RESUSCITATA.

La parola d’ordine è quindi stare UNITI. L’anti politica dilaga nei pensieri degl’italiani, non seguitela!!! se no vi farà diventare ignoranti permettendo QUASIASI cosa al governo attuale senza che nessuno dica nulla.

 

settembre 17, 2008 at 7:22 pm Lascia un commento

I SOLITI IGNOTI

Riprende, se un po’ a rilento, la nostra rubrica dei soliti ignoti. Oggi presentiamo Pietro Ichino che sarà a Giussano probabilmente ad ottobre. Clicca qui sotto su continue reading .

Continue Reading settembre 14, 2008 at 10:35 am 2 commenti

L’ITALIA STRAMAZZA A TERRA E ANCHE VELTRONI GIRA A VUOTO !?

RIPARTIAMO CON UN POST SCOTTANTE!! DI SEGUITO PROPONIAMO UNA ALTRO ARTICOLO DI FAMIGLIA CRISTIANA,DEL 31 AGOSTO, MOLTRO CRITICO NEI CONFRONTI DI VELTRONI E DEL PD IN GENERALE.SAREBBE INTERESSANTE CAPIRE LE VOSTRE OPINIONI. LASCIATE UN VOSTRO COMMENTO!

Al di là di qualche malevola interpretazione dei giorni scorsi, questo giornale ha posto un problema serio e reale: la povertà di milioni di famiglie, che fanno fatica a superare la seconda settimana del mese. È la vera emergenza nazionale, cui nessuno dà risposte adeguate: dal Governo all’opposizione, persi dietro formule e formulette pur di sopravvivere politicamente. Ma il bene comune?

Milioni di italiani hanno altre problemi e priorità, con la pasta che aumenta del 30 per cento e il pane che schizza a cifre record. Mentre il Governo ci distrae con presunte emergenze, l’opposizione (sempre litigiosa, masochista e divisa su tutto) brilla per “confusione mentale” e totale assenza di proposte efficaci a favore delle famiglie dai redditi medio-bassi. 

E intanto, una nuova tassa si spalma su un’Italia sempre più povera: l’inflazione. Per chi vive con stipendi da fame, o ha più figli da crescere, l’impatto è devastante. I recenti dati Istat fanno paura, ma chi li prende sul serio? La deriva sociale ed economica che soffoca milioni di famiglie, in crisi per i mutui, l’aumento dei beni di prima necessità, le spese scolastiche e sanitarie (più le tasse locali per l’abolizione dell’Ici)… sembra non scuotere la politica. Su temi che dovrebbero esserle più congeniali, la Sinistra latita e balbetta confusamente. Piuttosto che varare una solida politica familiare, il Pd si “fa male da solo” tra personalismi, incomprensioni e “guerre” tra centro e periferie. Così da rendere perfettamente inutile (se non imbarazzante) il “giro d’Italia” veltroniano. Il pullman “Salva l’Italia” ha già le ruote sgonfie, è partito senza entusiasmo. Non è affatto una risposta ai problemi degli italiani, forse potrà servire più a Veltroni in cerca di consensi per una leadership mai del tutto accettata dai suoi, e ora tornata ancora in discussione. Al retorico veltroniano: «Raccogliere lo sdegno e costruire proposte», avremmo preferito un articolato programma da presentare nelle piazze d’Italia. L’antiberlusconismo fine a sé stesso non ha mai pagato. Anzi, è stato controproducente.

In attesa d’un colpo d’ala, prima che il Pd imploda per schizofrenia o depressione sia della classe dirigente che dei suoi stessi elettori, è meglio un confronto serrato (congresso?) per una chiara linea comune, che non sia contraddetta ogni giorno. La gente di bizantinismi politici e lotte personali non ne può più, anche quelli che avevano creduto al Pd come a una forza nuova e innovativa, trasformatasi però in una “torre di Babele” (in attesa del diluvio).

Può una leadership continuare se gode solo di “appoggi con riserva”? Nel Pd le divisioni si camuffano e si stemperano nel moltiplicarsi di Fondazioni, televisioni e blog usati come clave, in perfetto stile “fratelli coltelli”. Anche sulla formazione politica si litiga, in un valzer di seminari e scuole, dove c’è di tutto meno che la linea dell’opposizione, la consapevolezza della drammatica condizione di milioni di famiglie e le possibili soluzioni ai problemi del Paese. Più che giocare al “monopoli della legge elettorale” (con cui Veltroni ossessiona i suoi costituzionalisti per vincere le Europee), forse serve un Governo di unità nazionale, data la gravità dei problemi. Ci sono scelte necessarie da fare, al di là degli opposti schieramenti. Esattamente come ha fatto Sarkozy con la commissione Attali (esempio seguito positivamente dal sindaco di Roma Alemanno). È ora di concentrarsi sulle vere emergenze del Paese e collaborare tutti per il bene comune, anche con una commissione nazionale (magari presieduta da Amato e Pisanu). Prima che l’Italia stramazzi a terra, mentre Veltroni gira a vuoto per il Paese. 

settembre 10, 2008 at 10:35 am Lascia un commento

Articoli meno recenti


novembre: 2017
L M M G V S D
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Categorie